Nazionale, Novità

SIMEST 2021: ripartono i contributi a fondo perduto a sostegno delle aziende esportatrici

A partire dal 3 giugno 2021 sarà possibile inviare domanda per l’accesso ai contributi

Riaprirà il 3 giugno lo sportello per la presentazione delle istanze di accesso alle agevolazioni gestite da Simest per l’internazionalizzazione delle imprese.

Il nuovo sportello, consentirà alle imprese di accedere a un mix di contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati per supportare programmi di internazionalizzazione.

 

 

Con l’apertura delle nuove domande viene:

  • riconfermato l’importo massimo finanziabile pari ad euro 800.000 (importo che comunque non può andare oltre il 40% del PN dell’impresa risultante dall’ultimo bilancio approvato e depositato) rispettando i limiti previsti dal regime di Temporary Framework;

  • riconfermata la possibilità di ottenere il finanziamento ad un tasso agevolato, pari al 10% del tasso di riferimento UE (ad oggi pari allo 0,55%);

  • riconfermata la possibilità fino a dicembre 2021 di chiedere una quota fino al 50% del finanziamento a fondo perduto, nel limite delle effettive disponibilità dei fondi;

  • riconfermata la possibilità di ottenere il finanziamento con esonero di presentazione di garanzie (ma solo per le domande presentate dal 03 giugno al 30 giugno 2021).

 

Patrimonializzazione delle imprese esportatrici

Trattasi di finanziamento finalizzato a rafforzare la solidità patrimoniale delle imprese esportatrici, favorendone la competitività sui mercati esteri. Il finanziamento è rivolto a MidCap e PMI che abbiano almeno due bilanci approvati e depositati relativi a due esercizi completi e un fatturato estero la cui media degli ultimi due esercizi sia almeno il 20% del fatturato aziendale totale, oppure pari ad almeno il 35% del fatturato aziendale dell’ultimo bilancio depositato.

Beneficiari

PMI e MidCap esportatrici italiane, costituite in forma di società di capitali, con fatturato estero pari almeno al 20% del fatturato totale degli ultimi due anni o al 35% dell’anno precedente a quello di presentazione della domanda, e che abbiano depositato almeno due bilanci relativi a due esercizi completi.

L’impresa già beneficiaria di un finanziamento per la patrimonializzazione, può richiedere un nuovo finanziamento solo dopo aver interamente rimborsato il precedente.

Caratteristiche ed entità dell’incentivo

Il finanziamento massimo è di 800.000,00 euro e non potrà superare il 40% del patrimonio netto dell’impresa risultante dall’ultimo bilancio approvato e depositato. In caso di pluralità di finanziamenti l’esposizione dell’impresa verso il Fondo 394/81 non potrà essere superiore al 50% dei ricavi medi degli ultimi due bilanci.

Contributo a fondo perduto

Per questo finanziamento si può chiedere l’intervento del Fondo Perduto per un importo fino al 50% del finanziamento richiesto fino a un massimo di € 800.000,00 di aiuti di Stato per singola iniziativa e nel limite della normativa del Temporary Framework.

La durata del finanziamento è di 6 anni, di cui 2 di pre-ammortamento, in cui corrisponderai i soli interessi e 3 di ammortamento per il rimborso del capitale e degli interessi.

Ulteriori benefici per l’impresa:

  • possibilità di richiedere l’esenzione dalle garanzie per le domande presentate entro il 30/06/2021;
  • possibilità di ottenere fino al 40% del finanziamento (nel limite di euro 100.000,00) a fondo perduto;
  • per le domande presentate dal 17/09/2020 e accolte entro il 31/12/2020 l’aliquota può essere del 50%, entro un massimo di euro 800.000,00 di aiuti pubbliciin base al temporary framework).
  • rimborso quota restante a tasso agevolato pari al 10% del tasso di riferimento UE in caso di miglioramento o mantenimento del livello di solidità patrimoniale.

 

 


Continua a seguire il nostro sito per essere puntualmente aggiornato su tutte le notizie e le novità relative alle agevolazioni per le imprese

 

 

 

 

Contattaci compilando gratuitamente il seguente form

Entro 24 ore riceverai una risposta se hai i requisiti per accedere al bando e le modifiche da apportare al progetto per ottimizzare l’ammissione al contributo

Seleziona una regione:

Seleziona una provincia:

Seleziona un comune:

Cliccando la checkbox accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

I tuoi dati saranno trattati nel rispetto della legge sulla privacy n.196/2003.

Pubblicato da:

Relativi Posts