Nazionale, Novità

SelfiEmployment 2021: Finanziamenti agevolati per l’imprenditoria femminile e giovanile

Nuovo Selfiemployment 2021

“Finanziamenti a tasso zero fino a 50.000 Euro e senza richiesta di garanzie per l’avvio di piccole iniziative imprenditoriali promosse da giovani under 30, donne di qualsiasi età e disoccupati di lunga durata” .

E’ stato aggiornato il bando Selfiemployment che finanzia a tasso zero l’imprenditoria femminile, l’imprenditoria giovanile e le imprese avviate da disoccupati di lunga data.

 

Descrizione

Selfiemployment è il prestito agevolato fino a 50.000 euro per le microimprese, i lavoratori autonomi e le società di professionisti.

È questo l’obiettivo del fondo messo a disposizione dal Ministero del Lavoro dall’anno 2017. Questo fondo sostiene l’avvio di nuove piccole iniziative imprenditoriali promosse da giovani disoccupati, donne di tutte le età e disoccupati di lunga durata.

Ambito territoriale

Tutto il territorio nazionale.

Soggetti beneficiari

L’incentivo è rivolto ai NEET, donne inattive e disoccupati di lunga durata con una forte attitudine al lavoro autonomo e all’imprenditorialità e che hanno voglia di mettersi in gioco.

Per poter accedere al finanziamento bisogna essere residenti nel territorio nazionale e appartenere a una delle seguenti categorie:

  • NEET (Not in Education, Employment or Training), vale a dire persone maggiorenni che al momento della presentazione della domanda:
    • si sono iscritti al programma Garanzia Giovani entro il 29esimo anno di età
    • non sono impegnati in altre attività lavorative e in percorsi di studio o di formazione professionale
  • donne inattive, vale a dire donne maggiorenni che al momento della presentazione della domanda non risultano essere occupate in altre attività lavorative
  • disoccupati di lunga durata, vale a dire persone maggiorenni che al momento della presentazione della domanda:
    • non risultano essere occupati in altre attività lavorative
    • hanno presentato da almeno 12 mesi una dichiarazione di disponibilità al lavoro (DID)

N.B. Le donne inattive e i disoccupati di lunga durata non necessitano di essere iscritti a Garanzia Giovani.

Iniziative ammesse

Possono chiedere i finanziamenti:

  • imprese individuali; società di persone; società cooperative/cooperative sociali, composte al massimo da 9 soci:
    • costituite da non più di 12 mesi rispetto alla data di presentazione della domanda, purché inattive
    • non ancora costituite, a condizione che vengano costituite entro 90 giorni dall’eventuale ammissione alle agevolazioni
  • associazioni professionali e società tra professionisti costituite da non più di 12 mesi rispetto alla data di presentazione della domanda, purché inattive.

Settori

Tutti i settori economici.

Tipologia dell’intervento

Possono essere finanziate le iniziative in tutti i settori della produzione di beni, fornitura di servizi e commercio, anche in forma di franchising, come ad esempio:

  • turismo (alloggio, ristorazione, servizi) e servizi culturali e ricreativi;
  • servizi alla persona;
  • servizi per l’ambiente;
  • servizi ICT (servizi multimediali, informazione e comunicazione);
  • risparmio energetico ed energie rinnovabili;
  • servizi alle imprese;
  • manifatturiere e artigiane;
  • commercio al dettaglio e all’ingrosso;
  • trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, ad eccezione dei casi di cui all’articolo 1.1, lett. c), punti i) e ii) del Reg. UE n. 1407/2013.

N.B. Sono esclusi i settori della pesca e dell’acquacoltura, della produzione primaria in agricoltura e, in generale, i settori esclusi dall’articolo 1 del Regolamento UE 1407/2013.

Caratteristiche ed entità dell’incentivo

La Misura finanzia progetti di investimento inclusi tra 5.000 e 50.000 euro.

In particolare i prestiti erogabili sono ripartiti in:

  1. Microcredito, da 5.000 a 25.000 euro;
  2. Microcredito esteso, da 25.001 a 35.000 euro;
  3. Piccoli prestiti, da 35.001 a 50.000 euro.

Si tratta di finanziamenti agevolati senza interessi e non assistiti da nessuna forma di garanzia reale e/o di firma rimborsabili in massimo 7 anni con rate mensili posticipate che partono dopo sei mesi dalla concessione del prestito.

Chi ottiene le agevolazioni deve impegnarsi a realizzare gli investimenti entro 18 mesi dal perfezionamento del provvedimento di ammissione.

Spese ammesse

  • Acquisto di beni strumentali necessari per lo svolgimento dell’attività;
  • Beni immateriali ad utilità pluriennale, ad eccezione di brevetti licenze e marchi ivi comprese fee di ingresso per le iniziative in franchising;
  • Ristrutturazioni di immobili;
  • Spese di gestione per l’avvio dell’attività:
  • Materie prime, materiali di consumo, semilavorati, prodotti finiti, utenze, canoni di locazione;
  • Prestazioni di garanzie assicurative funzionali all’attività finanziata;
  • Personale dipendente e collaboratori.

N.B. Le spese devono essere sostenute dopo la presentazione della domanda ed entro i 18 mesi dal perfezionamento del provvedimento.

Risorse disponibili

114,6 milioni di euro.

Scadenza

Domande presentabili fino ad esaurimento fondi.

 

 


Continua a seguire il nostro sito per essere puntualmente aggiornato su tutte le notizie e le novità relative alle agevolazioni per le imprese

 

 

 

Contattaci compilando gratuitamente il seguente form

Entro 24 ore riceverai una risposta se hai i requisiti per accedere al bando e le modifiche da apportare al progetto per ottimizzare l’ammissione al contributo

Seleziona una regione:

Seleziona una provincia:

Seleziona un comune:

Cliccando la checkbox accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

I tuoi dati saranno trattati nel rispetto della legge sulla privacy n.196/2003.

I tuoi dati saranno trattati nel rispetto della legge sulla privacy n.196/2003.

Pubblicato da:

Relativi Posts