Marche

MARCHE: Contributi per il potenziamento dei sistemi ed apparati di sicurezza degli esercizi commerciali

 

La Regione Marche istituisce un fondo per la sicurezza a disposizione delle imprese commerciali che intendono dotarsi di sistemi di sicurezza per affrontare il problema della microcriminalità.

Con DDPF n. 133 del 04.09.2020 è stato approvato il bando per la concessione di contributi ai progetti per la riqualificazione ed il potenziamento dei sistemi ed apparati di sicurezza nelle imprese commerciali.

Possono presentare domanda le imprese del commercio e della somministrazione di alimenti e bevande iscritte nel Registro delle imprese con sede o unità locale operativa nella Regione Marche.

Le  domande di accesso al contributo dovranno essere presentate, entro il 30 settembre 2020.

 

 

INFORMAZIONI GENERALI

Il presente intervento è rivolto all’istituzione di un fondo per la sicurezza a disposizione delle imprese commerciali che intendono dotarsi di sistemi di sicurezza per affrontare il problema della microcriminalità.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono presentare domanda sul presente bando le imprese del commercio e della somministrazione di alimenti e bevande iscritte nel Registro delle imprese con sede o unità locale operativa nella Regione Marche.

Tra le imprese commerciali rientrano anche:

  1. Attività di rivendita di generi di monopolio;
  2. Farmacie e Parafarmacie;
  3. Attività di vendita e distribuzione di carburanti effettuate in impianti stradali ed autostradali;
  4. Attività di rivendita di stampa quotidiana e periodica;
  5. Attività all’ingrosso e al dettaglio in un unico immobile;
  6. Attività miste.

Non rientrano tra i soggetti beneficiari le imprese che svolgono le seguenti tipologie di attività:

a) tra le attività commerciali:

– attività di vendita non rivolte al pubblico (spacci interni, distributori posti in luoghi privati);

– attività di vendita di merci prodotte in proprio (agricoltori, artigiani, ecc.);

– attività che prevedono trasformazione di prodotti;

– attività di commercio su aree pubbliche che non operano con strutture stabilmente fissate al suolo quali box o chioschi;

b) tra le attività di somministrazione di alimenti e bevande:

– attività svolte da circoli privati e mense (quindi ad uso interno o comunque limitato a determinate categorie ed utenze);

– attività artigianali per la produzione propria;

c) le forme speciali di vendita di cui alla L.R. n. 27/2009 – titolo II – Capo I – Sezione II.

TIPO DI INTERVENTO

Sono ammissibili al contributo regionale progetti relativi all’acquisto ed all’installazione di sistemi di sicurezza attivi o passivi agli esercizi commerciali, situati nel territorio della regione Marche, collegato o da collegare con le forze dell’ordine e/o istituti di vigilanza.

Nello specifico, si tratta di:

  • collegamenti in video e/o con memoria degli eventi, diretti con le forze dell’ordine per la visualizzazione della rapina in atto, anche in presenza di istituti di vigilanza; sistemi antifurto (antintrusione) elettronici collegato ad istituti di vigilanza;
  • sistemi passivi per la protezione dei locali (casse a tempo, blindature, vetri antisfondamento, lettore carte di credito).

Non sono ammissibili interventi di edilizia se non strettamente legati all’installazione.

ENTITA’ DELL’AIUTO

 Il contributo è fissato nella misura del 40% della spesa ammissibile sulla base delle risorse disponibili, fino ad esaurimento del fondo.

Il contributo stesso non può superare € 5.000,00 per ogni impresa beneficiaria.

I contributi sono concessi in conto capitale.

SPESE AMMISSIBILI

 La spesa ammissibile riferita agli investimenti al fine dell’ottenimento del contributo, al netto di IVA, non può essere inferiore a € 2.500,00 (iva esclusa).

Tutte le spese devono essere relative a beni di nuova fabbricazione.

Non sono finanziabili gli investimenti mobiliari ed immobiliari, realizzati mediante operazioni di locazione finanziaria (leasing).

SPESE NON AMMISSIBILI

Non rientrano tra le spese ammissibili:

  • acquisto di beni usati;
  • spese sostenute in leasing;
  • spese di noleggio;
  • fatture/ricevute di importo inferiore ad € 100,00 IVA esclusa;
  • sistemazione di esterni (rifacimento e/o asfaltature piazzali, illuminazione, recinzione, cancelli, ecc);
  • costi di progettazione, di direzione dei lavori e di consulenza.

TEMPI DI REALIZZAZIONE

 Tutti i progetti ammessi a finanziamento devono essere ultimati entro 4 mesi dalla data di pubblicazione sul B.U.R. della graduatoria. Il progetto si intende ultimato quanto tutti i beni sono stati fatturati, consegnati ed installati, le opere eseguite e tutte le fatture quietanzate.

Sono ammessi a finanziamento i progetti già realizzati a far data dal 01/01/2019.

SCADENZA

La domanda per la richiesta delle agevolazioni dovrà essere inoltrate entro e non oltre il 30 ottobre 2020.

 

 


Continua a seguire il nostro sito per essere puntualmente aggiornato su tutte le notizie e le novità relative alle agevolazioni per le imprese

 

 

 

 

Contattaci compilando gratuitamente il seguente form

Entro 24 ore riceverai una risposta se hai i requisiti per accedere al bando e le modifiche da apportare al progetto per ottimizzare l’ammissione al contributo

Seleziona una regione:

Seleziona una provincia:

Seleziona un comune:

Cliccando la checkbox accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

I tuoi dati saranno trattati nel rispetto della legge sulla privacy n.196/2003.

Pubblicato da:

Relativi Posts