Nazionale

FONDO COMPLEMENTARE SISMA 2009-2016: i bandi PNRR per le imprese in area sisma centro Italia

Fondo complementare per le aree sisma 2009 – 2016

Un’opportunità importante per i 183 Comuni di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, gravemente danneggiati dal sisma

 

 

Il Fondo complementare per le aree sisma 2009-2016 prevede un programma per il rilancio economico e sociale delle regioni delle aree sisma del Centro Italia colpite dai terremoti del 2009 (L’Aquila) e del 2016 (Centro Italia: Marche, Abruzzo, Umbria e Lazio), con uno stanziamento di 1,8 miliardi di euro.

Con la Macromisura B, viene messo in campo un pacchetto di incentivi per le imprese dotato di circa 700 milioni di euro, per favorire:

  • la nascita di nuove imprese
  • il consolidamento di quelle esistenti
  • la ripresa delle attività che operavano al momento del sisma,
  • l’innovazione
  • lo sviluppo
  • la crescita occupazionale.

Il pacchetto punta a sostenere investimenti produttivi e innovativi, ma anche progetti per l’inclusione sociale, il turismo, la cultura, lo sport e l’economia circolare.

La Macromisura B si sviluppa in quattro specifiche sottomisure, tutte articolate in bandi tranne quella dedicata ai Centri di ricerca, il cui iter è già stato avviato:

  • B1 – Sostegno agli investimenti – 378 milioni di euro
  • B2 – Turismo, cultura, sport e inclusione – 180 milioni di euro
  • B3 – Valorizzazione ambientale, economia circolare e ciclo delle macerie – 60 milioni di euro
  • B4 – Centri di ricerca per l’innovazione – 82 milioni di euro

L’intero pacchetto degli interventi è affidato a una Cabina di Coordinamento composta dal Commissario Straordinario per la ricostruzione post sisma 2016, che la presiede, dal responsabile della Struttura Sisma Abruzzo 2009, dal Capo Dipartimento Casa Italia, dai presidenti delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria e dai rappresentanti dei sindaci delle quattro regioni. I provvedimenti vengono adottati attraverso le Ordinanze del Commissario Sisma 2016 previa intesa con la Struttura Sisma Abruzzo 2009 e i Presidenti delle Regioni.

La Cabina di coordinamento integrata programma l’utilizzo delle risorse e seleziona i progetti per il rilancio e lo sviluppo di tutte le aree del Centro Italia colpite dagli eventi sismici.

Per la gestione degli interventi i soggetti attuatori si avvalgono di InvitaliaUnioncamere e delle società di sviluppo regionali per la promozione degli incentivi e l’accompagnamento delle imprese.

I bandi/incentivi

  • Investimenti di grande dimensione – B1.1
  • Investimenti di medie dimensioni – B1.2 
  • Avvio, crescita e rientro di microimprese – B1.3a
  • Investimenti innovativi delle PMI – B1.3b
  • Avvio, crescita e rientro delle PMI – B1.3c
  • Sostegno a cultura, turismo, sport – B2.1
  • Partenariato speciale per la valorizzazione del patrimonio pubblico – B2.2
  • Inclusione sociale, cooperazione e terzo settore – B2.3
  • Sostegno alla costituzione di associazioni agrosilvopastorali – B3.1
  • Economia circolare e filiere agroalimentari – B3.2
  • Ciclo delle macerie – B3.3.

 

CRITERI DI PRIORITA’

Tutti i bandi danno priorità nell’assegnazione delle risorse (a sportello in ordine cronologico di presentazione) alle “imprese danneggiata dal sisma”, ossia ciascuna impresa o operatore economico, iscritto a registri, albi o elenchi, che esercitava un’attività economica alla data del sisma del 2009 e del 2016, rispettivamente, nei comuni di cui alla legge 24 giugno 2009, n.77, nonché di cui agli allegati 1, 2 e 2bis dell’art. 1 del decreto legge 189/2016, che ricada in una delle seguenti situazioni:

a) risulti in possesso di una scheda Aedes o Fast di rilevazione del danno alla sede produttiva, anche non principale, con esito di inagibilità o inutilizzabilità

ovvero

b) abbia subito una riduzione del fatturato di almeno il 30% nel triennio successivo alla data del sisma rispetto alla media del triennio precedente.

Termini di presentazione

Le domande potranno essere presentate a partire dal 15 settembre e fino al 15 ottobre 2022, tranne per il bando relativo ai grandi investimenti delle imprese, che sarà aperto dal 1° al 30 settembre, e quello per le iniziative di partenariato per la valorizzazione del patrimonio pubblico, che sarà aperto dal 1° al 30 ottobre 2022.

 


 

Lo Studio CNI Finanza Agevolata è a disposizione per predisporre la domanda di accesso agli aiuti e per seguire l’azienda nel corso dell’iter fino all’ottenimento del contributo.

Per maggiori informazioni contattare i seguenti recapiti:

Studio: 0734.889353

Dr. Marco Vesprini: 351.5838315

Mail: info@contributinuovaimpresa.it

 


 

 

Continua a seguire il nostro sito per essere puntualmente aggiornato su tutte le notizie e le novità relative alle agevolazioni per le imprese

 

 

 

 

Contattaci compilando gratuitamente il seguente form

Entro 24 ore riceverai una risposta se hai i requisiti per accedere al bando e le modifiche da apportare al progetto per ottimizzare l’ammissione al contributo

Seleziona una regione:

Seleziona una provincia:

Seleziona un comune:

Cliccando la checkbox accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

I tuoi dati saranno trattati nel rispetto della legge sulla privacy n.196/2003.

Pubblicato da:

Relativi Posts