Area Sisma, Marche

Area Sisma Marche: Contributi a fondo perduto del 50% per la riqualificazione delle imprese del commercio, turismo, dei servizi e dell’artigianato artistico e di qualità

L’obiettivo del bando è di favorire la crescita, la valorizzazione e la riqualificazione delle piccole e medie attività commerciali, turistiche, culturali, dell’artigianato artistico e di qualità e dei servizi nelle aree interessate dal sisma, in armonia con il contesto culturale, sociale ed architettonico, che integri la qualità delle città e dei piccoli comuni, in modo da assicurarne la attrattività, vivibilità e sicurezza.

 

SOGGETTI BENEFICIARI E REQUISITI DI AMMISSIBILITA’

Possono partecipare al presente bando le MPMI micro piccole e medie imprese dei settori:

  • commercio al dettaglio e della somministrazione di alimenti e bevande in sede fissa;
  • artigianato artistico e di qualità.

Le imprese dovranno possedere, al momento della presentazione della domanda, i requisiti di seguito indicati:

per le imprese commerciali: essere regolarmente iscritte nel registro delle imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura (di seguito CCIAA) territorialmente competente;

per le imprese artigianali: essere regolarmente iscritte al registro delle imprese artigiane alla sezione speciale artigianato artistico tipico e tradizionale;

l’unità locale (sede operativa) dovrà essere attiva ed operativa alla data di presentazione della domanda.

Le imprese dovranno inoltre avere:

l’unità locale (sede operativa) a cui si riferiscono i contributi richiesti ubicata in uno dei Comuni colpiti dal sisma, elencati nell’Allegato 1 al POR FESR Regione Marche vigente;

l’attività economica principale, come risultante dal certificato CCIAA alla data di presentazione della domanda, rientrante nelle attività identificate dai codici ATECO 2007 riportati nell’appendice A del bando.

LOCALIZZAZIONE TERRITORIALE

Sono ammissibili gli investimenti realizzati in unità locali ubicate nei comuni di cui all’Allegato 1 del POR FESR
Vigente (in allegato al bando); i costi sostenuti in sedi operative diverse da quelle indicate, saranno ritenuti non ammissibili alle agevolazioni.

TEMPISTICA PER LA REALIZZAZIONE

I progetti di riqualificazione devono essere avviati entro 30 giorni dalla data di ricevimento della comunicazione di concessione delle agevolazioni ed essere realizzati e conclusi in via ordinaria entro 8 mesi successivi alla data del decreto di concessione del contributo, salvo proroga debitamente concessa fino ad un massimo di ulteriori 60 giorni (2 mesi). Sono ammessi altresì i progetti avviati a partire dal 24/08/2016.

TIPOLOGIE DELLE SPESE E COSTI AMMISSIBILI

L’intervento prevede contributi in conto capitale per sostenere progetti di sistema per la valorizzazione e riqualificazione delle MPMI del commercio e dell’artigianato artistico e di qualità attraverso la realizzazione di
iniziative di promozione e marketing.

Le spese ammissibili dovranno riferirsi agli interventi per cui si inoltra richiesta di contributo ed essere coerenti, congrue e rivolte al raggiungimento degli obiettivi indicati nel presente bando.

Sono ammissibili i costi riguardanti:

a) Spese per iniziative promozionali;

b) Spese per l’attività di marketing, studi e ricerche;

c) Spese per la realizzazione di servizi comuni;

d) Spese per la realizzazione di sistemi informativi da sviluppare con sistema delle reti di impresa soprattutto attraverso l’utilizzo di supporti informatici;

e) Spese per la progettazione, la direzione dei lavori ed il coordinamento, nel limite massimo del 10% del costo complessivo del progetto ammesso a finanziamento;

f) Spese per opere edili, di installazione impianti ed attrezzature strettamente necessarie alla realizzazione dell’intervento e che consentono di ottenere il miglioramento e il decoro dell’attività.

SPESE NON AMMISSIBILI

Non saranno ritenute ammissibili le seguenti spese:

relative alle normali spese di funzionamento dell’impresa;

relative ad investimenti necessari per conseguire gli standard imposti dalla legge o da provvedimenti
equivalenti;

relative alla realizzazione di opere tramite commesse interne;

relative a consulenze fornite da soci, che non possono fatturare come consulenti esterni.

ENTITA’ DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione verrà concessa sotto forma di contributo in conto capitale nell’intensità del 50% della spesa ritenuta ammissibile.

In ogni caso l’ammontare totale dell’agevolazione non potrà superare l’importo massimo di € 50.000,00 per ciascuna domanda.

Il costo complessivo ammesso alle agevolazioni per la realizzazione del progetto non può essere inferiore a € 12.000,00 (IVA esclusa) ad impresa, mentre non ci sono limiti massimi di investimento, tenendo presente gli importi massimi delle agevolazioni concedibili di cui al punto precedente.

MODALITA’ DI VALUTAZIONE

L’intervento viene attuato con procedura valutativa a graduatoria.

DOTAZIONE FINANZIARIA

Per la realizzazione del presente bando è stanziato un importo complessivo di € 3.000.000,00.

TERMINI DI PRESENTAZIONE

Le domande devono essere presentate entro il 31 ottobre 2019.

 

 

Contattaci compilando gratuitamente il seguente form

Entro 24 ore riceverai una risposta se hai i requisiti per accedere al bando e le modifiche da apportare al progetto per ottimizzare l’ammissione al contributo.

Seleziona una regione:

Seleziona una provincia:

Seleziona un comune:

Cliccando la checkbox accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

I tuoi dati saranno trattati nel rispetto della legge sulla privacy n.196/2003.

 

 

Pubblicato da:

Relativi Posts