Abruzzo

ABRUZZO: Contributi a fondo perduto fino al 50% per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili

NUOVA SCADENZA 31 MAGGIO

La Regione Abruzzo ha pubblicato un avviso per la concessione di aiuti finalizzati a sostenere la competitività delle imprese, attraverso la realizzazione di nuovi prodotti, che costituiscano una novità per l’impresa e/o per il mercato, o attraverso l’innovazione dei processi produttivi esistenti. L’ammontare complessivo delle risorse destinate al finanziamento è pari a 5.600.000,00 euro.

 

 

OBIETTIVI 

Obiettivo del presente avviso è quello di sostenere la competitività delle imprese, attraverso la realizzazione di nuovi prodotti, che costituiscono una novità per l’impresa e/o per il mercato e l’innovazione dei processi produttivi.

Gli aiuti di cui al presente avviso sono erogati ai sensi del Regolamento UE n. 1407/2013 “De Minimis“.

LOCALIZZAZIONE

I beneficiari del bando sono le imprese localizzate nella Regione Abruzzo.

TIPOLOGIE DELL’INTERVENTO

Sono ammissibili alle agevolazioni le proposte progettuali che contemplino una o più tipologie di intervento di seguito specificate:

  • a) implementazione di un nuovo prodotto per l’impresa e/o per il mercato;
  • b) innovazione del processo produttivo già avviato, mediante cambiamenti di tecniche, attrezzature e/o software, tendenti a diminuire il costo unitario di produzione e/o ad aumentare la capacità produttiva dell’impresa.

In ogni caso, le proposte progettuali devono essere pertinenti con l’attività economica prevalente/primaria dell’impresa, rientrante nei codici Ateco 2007, limitatamente ai settori riportanti nell’Avviso pubblico, come risultante da visura camerale ordinaria.

BENEFICIARI

Possono presentare istanza di agevolazione a valere sul presente Avviso:

  • 1) le micro, piccole e medie imprese (MPMI), che alla data di pubblicazione del presente Avviso sul B.U.R.A.T. siano iscritte nel registro delle imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura (di seguito CCIAA) territorialmente competente, con codice ATECO 2007 principale relativo ai settori riportati nell’Avviso pubblico;
  • 2)  le micro, piccole e medie imprese (MPMI) di nuova costituzione, anche se inattive, che alla data di pubblicazione del presente Avviso sul B.U.R.A.T. siano iscritte nel registro delle imprese presso la CCIAA territorialmente competente, con codice ATECO 2007 principale, relativamente ai settori riportati nell’Avviso pubblico.

SETTORI AMMISSIBILI

Possono presentare istanza di agevolazione a valere sul presente Avviso, le imprese operanti nei seguenti settori:

  • C ATTIVITA’ MANIFATTURIERE
  • E FORNITURA DI ACQUA, RETI FOGNARIE, ATTIVITA’ DI TRATTAMENTO DEI RIFIUTI E RISANAMENTO
  • F COSTRUZIONI
  • G COMMERCIO ALL’INGROSSO E AL DETTAGLIO; RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI E MOTOCICLI
  • I ATTIVITA’ DEI SERVIZI DI ALLOGGIO E DI RISTORAZIONE
  • J SERVIZI DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE
  • M ATTIVITÀ PROFESSIONALI,SCIENTIFICHE E TECNICHE
  • N NOLEGGIO, AGENZIE DI VIAGGIO, SERVIZI DI SUPPORTO ALLE IMPRESE
  • Q SANITA’ E ASSISTENZA SOCIALE
  • R ATTIVITA’ ARTISTICHE, SPORTIVE, DI INTRATTENIMENTO E DIVERTIMENTO
  • S ALTRE ATTIVITA’ DI SERVIZI.

INTENSITA’ DELL’AGEVOLAZIONE

Le agevolazioni saranno concesse nella forma di un Contributo in conto capitale sulla spesa ammissibile, in conformità a quanto previsto dal Regolamento (UE) n. 1407/2013 («de minimis») della Commissione del 18 dicembre 2013.

Rispetto alla spesa totale per l’investimento, possono essere richieste le seguenti percentuali di contributo:

  • Fino al 30%, 35 %, 40 %, 45%, 50%.

Il progetto d’investimento proposto dovrà prevedere, a pena d’esclusione, una spesa minima (Iva esclusa) pari a € 70.000,00.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese sostenute successivamente alla data di pubblicazione del presente Avviso pubblico.

Gli investimenti devono essere conclusi con il sostenimento delle spese entro il termine dei 12 mesi decorrenti dalla data di pubblicazione della graduatoria.

Le spese ammissibili sono quelle di seguito specificate:

  • a) MACCHINARI, IMPIANTI ED ATTREZZATURE VARIE nuovi di fabbrica, ivi compresi quelli necessari all’attività gestionale del proponente ed esclusi quelli relativi alle attività di rappresentanza; mezzi mobili (ad uso promiscuo), identificabili singolarmente ed a servizio esclusivo dell’unità produttiva oggetto delle agevolazioni, strettamente necessari al ciclo produttivo. Il ciclo produttivo è da intendersi nella più ampia accezione, non limitata alla fase della produzione tout court, ma inerente anche le fasi a monte e a valle della stessa;
  • b) OPERE MURARIE ED IMPIANTISTICHE strettamente necessarie per l’installazione e il collegamento dei macchinari acquisiti e dei nuovi impianti produttivi. Tali spese non possono in ogni caso superare il limite del 20% dell’investimento ammissibile dell’intero progetto;
  • c) PROGRAMMI INFORMATICI commisurati alle esigenze produttive e gestionali del proponente, BREVETTI, LICENZE, KNOW-HOW E CONOSCENZE TECNICHE NON BREVETTATE, concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi, per la parte in cui sono utilizzati per l’attività svolta nell’unità produttiva interessata dal progetto;
  • d) SERVIZI DI CONSULENZA ed equipollenti utilizzati esclusivamente ai fini della realizzazione del progetto di investimento, compresi i servizi di consulenza gestionale, di assistenza tecnologica, servizi di trasferimento di tecnologie, consulenza in materia di acquisizione, protezione e commercializzazione dei diritti di proprietà intellettuale e di accordi di licenza, consulenza sul rispetto delle norme. I servizi di consulenza dovranno necessariamente essere acquisiti da fonti esterne. Tali spese sono ammesse nel limite del 5%
    dell’investimento ammissibile dell’intero progetto e comunque per un importo massimo non superiore ad € 5.000,00;
  • e) PERIZIA GIURATA, rilasciata da un tecnico professionista abilitato, asseverata in tribunale. Tale spesa è ammissibile nel limite del 3% dell’investimento ammissibile dell’intero progetto  e comunque non può essere superiore a € 3.000,00;
  • f) FIDEIUSSIONE BANCARIA o POLIZZA ASSICURATIVA in favore della Regione, irrevocabile, incondizionata ed esigibile a prima richiesta.

RISORSE DISPONIBILI

L’ammontare complessivo delle risorse destinate al finanziamento è pari a 5,6 milioni di euro.

SCADENZA

Le domande dovranno pervenire entro le ore 12 del 31 maggio 2020.

 

 

Contattaci compilando il seguente form

Riceverai gratuitamente e senza alcun vincolo tutte le informazioni per ottenere il contributo

Seleziona una regione:

Seleziona una provincia:

Seleziona un comune:

Cliccando la checkbox accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

 

 I tuoi dati saranno trattati nel rispetto della legge sulla privacy n.196/2003.

 

Pubblicato da:

Relativi Posts