Marche

CCIAA Marche: Contributi per la partecipazione a manifestazioni fieristiche nazionali e internazionali

 

Finalità

Nel quadro delle proprie iniziative istituzionali per promuovere la competitività delle imprese e del territorio, la Camera di Commercio delle Marche, intende favorire i processi di internazionalizzazione, incentivando, attraverso il sostegno finanziario, la partecipazione delle imprese a fiere nazionali e estere.

A tal fine è previsto uno stanziamento complessivo di euro 700.000,00 .

 Soggetti beneficiari e requisiti di ammissione

Sono ammesse ai contributi del presente bando le MPMI delle Marche, ai sensi dell’allegato I al Reg. UE n. 651/2014, che al momento della presentazione della domanda:

  • abbiano sede legale e/o unità locale nelle Marche;
  • non abbiano beneficiato o beneficiano di altri contributi pubblici per l’abbattimento dei costi per le stesse voci di spesa.

Sono esclusi dal presente bando i Tour Operator (ATECO cod. 79) e i Consorzi.

Sono considerate inammissibili le domande presentate da:

  1. imprese non iscritte al Registro imprese;
  2. imprese che, pur avendo iniziato la loro attività, abbiano omesso la relativa denuncia al REA (Repertorio economico amministrativo);
  3. imprese sottoposte a fallimento (esclusa l’ipotesi di autorizzazione alla continuazione dell’esercizio dell’impresa), concordato fallimentare, liquidazione coatta amministrativa, amministrazione straordinaria;
  4. imprese che abbiano subito protesti negli ultimi due anni;
  5. imprese che non siano in regola con il pagamento del diritto annuale. Nel caso di irregolarità con il pagamento del diritto annuo, l’azienda potrà procedere alla regolarizzazione entro il termine perentorio di 10 giorni dalla data di comunicazione dell’Ente camerale, pena l’esclusione dal contributo.

Tali requisiti formali che saranno verificati in sede di ammissione al contributo e dovranno essere mantenuti fino all’eventuale erogazione del contributo stesso, salvo eventuali regolarizzazioni presso gli uffici della Camera di Commercio delle Marche.

Gli aiuti di cui al presente bando sono concessi, in regime “de minimis”, ai sensi dei Regolamenti n. 1407/2013 o n. 1408/2013 del 18.12.2013 (GUUE L 352 del 24.12.2013) come modificato dal Regolamento n. 2019/316 del 21.2.2019 (GUUE L 51I del 22.2.2019) – ovvero del Regolamento n. 717/2014 del 27 giugno 2014 (GUUE L 190 del 28.6.2014). Allo scopo di verificare il rispetto delle condizioni e dei limiti previsti dai regolamenti di cui al punto precedente, il soggetto beneficiario del contributo dovrà rilasciare una dichiarazione scritta relativa agli aiuti “de minimis” ricevuti durante di due esercizi precedenti e nell’esercizio finanziario in corso utilizzando l’apposita modulistica.

Manifestazioni ammesse a contributo

Sono ammesse a contributo le domande delle imprese per la partecipazione a manifestazioni fieristiche in Italia e all’estero, che si sono svolte dal 1/1/2019 al 30/06/2019.

Per “manifestazioni fieristiche” si intendono le attività limitate nel tempo e svolte in regime di libera concorrenza, in idonee strutture espositive per la presentazione, la promozione o la commercializzazione di beni e servizi.

Le manifestazioni, per la cui partecipazione le imprese, di cui all’Art. 2 del presente Bando, possono richiedere contributo all’Ente camerale, sono:

– le fiere a carattere internazionale svolte in un paese estero;

– le fiere a carattere internazionale che si svolgono in Italia, ricomprese nel Calendario 2019 delle Manifestazioni Fieristiche Internazionali in Italia dell’AEFI (quelle certificate secondo la norma ISO 25639:2008 da organismo riconosciuto da Accredia e quelle non certificate, consultabili sui siti: http://www.aefi.it; http://www.calendariofiereinternazionali.it/);

– le fiere che si svolgono nella regione Marche, che promuovano le eccellenze del nostro territorio.

Non sono riconosciute, ai fini del contributo, le partecipazioni a:

– esposizioni permanenti di beni e servizi organizzate per esclusive finalità promozionali (es.showroom);

– esposizioni marginali a scopo promozionale o commerciale organizzate collateralmente a manifestazioni convegnistiche o culturali ad esse connesse;

–  business meeting e convegni;

– manifestazioni di interesse tipicamente locale, quali le sagre paesane, le feste patronali e le iniziative folcloristiche locali;

– mercati di ambulanti e i mercatini occasionali, periodici e/o rionali;

– mostre ed esposizioni a carattere non commerciale di opere d’arte;

– mostre zoologiche e mostre filateliche, numismatiche o mineralogiche, quando non abbiano una prevalente finalità commerciale o di scambio;

– le attività di vendita di beni e servizi disciplinate dalla normativa relativa al settore del commercio in sede fissa o su aree pubbliche.

Spese ammissibili e misura del contributo

Sono ammissibili a contributo esclusivamente le spese, al netto dell’IVA e delle analoghe imposte estere, sostenute specificamente per la fiera cui si riferisce la richiesta di contributo:

  1. noleggio spazi espositivi ed allestimento, incluse le seguenti spese accessorie di allestimento: ad esempio, allacciamenti e consumi elettrici ed idrici, pulizia dello stand, etc.;
  2. assicurazioni collegate all’esposizione in fiera;
  3. iscrizione al catalogo ufficiale;
  4. trasporto del materiale da allestimento ed espositivo;
  5. interpretariato;
  6. assistenza tecnica e partecipazione a corsi di formazione specialistica per la preparazione ai mercati internazionali;
  7. partecipazione ad iniziative promozionali a pagamento previste dal programma ufficiale della fiera (workshop, BtoB, outgoing, ecc.), comprese quelle rivolte all’incontro con buyer esteri proposte, organizzate o partecipate da ITA (Italian Trade Agency) in Italia o in Paesi esteri.

Non verranno ammesse spese riguardanti commesse interne o oggetto di autofatturazione, nonché ogni spesa riferita all’utilizzo di personale e collaboratori dipendenti dell’impresa beneficiaria.

Per accedere al presente contributo, le imprese dovranno inoltre esporre in stand autonomi ed individuali.

Le imprese che, pur avendo sostenuto costi, abbiano rinunciato alla partecipazione alla fiera, per qualsivoglia motivo, non saranno ammesse a contributo.

Il contributo viene concesso in misura pari a quanto di seguito specificato:

  1. Fiere in Italia: 50% dei costi sostenuti e documentati, al netto dell’IVA, per le voci di cui sopra fino ad un massimo di 2.000,00 Euro;
  2. Fiere all’estero (in paesi UE): 50% dei costi sostenuti e documentati, al netto dell’IVA, per le voci di cui sopra fino ad un massimo di 2.500,00 Euro;
  3. Fiere all’estero (in paesi EXTRA UE): 50% dei costi sostenuti, al netto dell’IVA, per le voci di cui sopra fino ad un massimo di 3.500,00 Euro;
  4. Fiere nelle Marche: 50% dei costi sostenuti e documentati, al netto dell’IVA, per le voci di cui sopra fino ad un massimo di 400,00 Euro.

 Termini di presentazione

La domanda potrà essere presentata a partire dal 15 aprile 2019 fino al 31 luglio 2019.

 

 

Contattaci compilando gratuitamente il seguente form

Entro 24 ore riceverai una risposta se hai i requisiti per accedere al bando e le modifiche da apportare al progetto per ottimizzare l’ammissione al contributo

Seleziona una regione:

Seleziona una provincia:

Seleziona un comune:

Cliccando la checkbox accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

I tuoi dati saranno trattati nel rispetto della legge sulla privacy n.196/2003.

Pubblicato da:

Relativi Posts