Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Nazionale, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria, Valle D'Aosta, Veneto

Autotrasporto merci per conto terzi: Incentivi per l’acquisto di nuovi veicoli per il 2018-19

 

FINALITA’ DEL BANDO

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti intende erogare contributi a favore delle aziende di autotrasporto per il rinnovo e l’adeguamento tecnologico del parco veicolare, per l’acquisizione di beni strumentali per il trasporto intermodale.

AMBITO TERRITORIALE

Tutto il territorio nazionale.

SOGGETTI BENEFICIARI

Imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi attive sul territorio italiano, regolarmente iscritte al Registro elettronico nazionale (R.E.N.) e all’Albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi.

INTERVENTI AMMISSIBILI e CARATTERISTICHE DELL’AGEVOLAZIONE

Sono agevolabili solo gli investimenti effettuati dal 17 luglio 2018 al 15 aprile 2019 (termine di invio della domanda di contributo), per l’acquisto, anche mediante Leasing finanziario di dei seguenti mezzi nuovi di fabbrica:

– Autoveicoli, di m.c. pari o superiore a 3,5t e fino a 7t a trazione alternativa a metano CNG, gas naturale liquefatto LNG, ibrida (diesel + elettrico) e acquisizione di dispositivi per riconvertire gli autoveicoli per il trasporto merci a motorizzazione termica in veicoli a trazione elettrica | contributo massimo € 4.400,00;

– Autoveicoli, di massa complessiva pari o superiore a 3,5t e fino a 7t. a trazione elettrica | contributo massimo € 10.000,00;

– Autoveicoli, di massa complessiva pari o superiore a 7t a trazione elettrica | contributo massimo € 20.000,00;

– Automezzi di massa complessiva pari o superiore a 7t e fino a 16t, a trazione ibrida (diesel/elettrico) ed a metano CNG | contributo massimo € 8.000,00;

– Automezzi di massa complessiva pari o superiore a 16t a trazione alternativa a gas naturale liquefatto LNG ovvero a motorizzazione ibrida (diesel/elettrico) | contributo massimo € 20.000,00.

– 40% con massimale di 1.000 euro per l’acquisizione di dispositivi idonei ad operare la riconversione da motorizzazione termica a trazione elettrica di autoveicoli per trasporto merci di massa complessiva pari a 3,5t.

-Autoveicoli a metano liquido, di massa complessiva pari o superiore a 7t | contributo massimo € 20.000,00;

-Autocarro Euro VI di massa complessiva da 11,5 ton a 16 ton con contestuale radiazione per rottamazione (non esportazione) di autoveicoli di m.c. Pari o superiore a 11,5 ton | contributo massimo € 5.000;

-Autocarro Euro VI di massa complessiva pari o superiore a 16t con contestuale radiazione per rottamazione (non esportazione) di autoveicoli di massa complessiva pari o superiore a11,5t | contributo massimo € 10.000,00;

-Rimorchi e semirimorchi nuovi di fabbrica, per il trasporto combinato ferroviario rispondenti alla normativa UIC 596-5 e per il trasporto combinato marittimo dotati di ganci nave rispondenti alla normativa IMO, dotati di dispositivi innovativi volti a conseguire maggiori standard di sicurezza e di efficienza energetica | contributo massimo: 20% del costo con tetto massimo di € 5.000,00;

-Rimorchi e semirimorchi o equipaggiamenti per autoveicoli specifici superiori a 7 tonnellate allestiti per trasporti in regime ATP, mono o multi temperatura purché le unità frigorifere/calorifere siano alimentate da motore conforme alla fase V (STAGE V) del Regolamento UE n°2016/1628 o da unità criogeniche autonome non collegate al motore del veicolo trainante oppure da unità elettriche funzionanti con alternatore collegato al motore del veicolo trainante, per la sostituzione delle unità frigorifere/calorifere installate, ove non rispondenti agli standard ambientali di cui alla lettera precedente, con unità frigorifere/calorifere alimentate da motore conforme alla fase V (STAGE V) del Regolamento UE n°2016/1628 o da unità criogeniche autonome non collegate al motore del veicolo trainante oppure da unità elettriche funzionanti con alternatore collegato al motore del veicolo trainante. Tutte le unità precedentemente indicate dovranno essere dotate di gas refrigeranti con un GWP inferiore a 500 con le seguenti specificazioni:

Medie imprese: 10% del costo di acquisizione e fino a 5.000,00 euro;

Piccole Imprese: 20% del costo di acquisizione e fino a 5.000,00 euro;

Grandi imprese: 1.500,00 euro quale ristoro della differenza di costo degli adeguamenti ambientali;

-Acquisizione (anche mediante locazione finanziaria) di gruppi di 8 casse mobili ed un rimorchio o semirimorchio portacasse, così da facilitare l’utilizzazione di differenti modalità di trasporto in combinazione fra loro, senza alcuna rottura di carico |contributo massimo € 8.500,00.

MODALITA’ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

La presentazione delle domande di ammissione ai benefici dovrà avvenire esclusivamente per via telematica attraverso l’utilizzo del portale https://www.ilportaledellautomobilista.it entro e non oltre il 15 aprile 2019.

Ogni impresa può presentare una sola richiesta di contributo

Il contributo non è utilizzabile in caso di investimenti per cui si è chiesto il beneficio previsto dalla “Legge Sabatini”.

 

 

Contattaci compilando gratuitamente il seguente form

Entro 24 ore riceverai una risposta se hai i requisiti per accedere al bando e le modifiche da apportare al progetto per ottimizzare l’ammissione al contributo

Seleziona una regione:

Seleziona una provincia:

Seleziona un comune:

Cliccando la checkbox accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

I tuoi dati saranno trattati nel rispetto della legge sulla privacy n.196/2003.

Pubblicato da:

Relativi Posts