Abruzzo, Area Sisma

Bando Sisma Abruzzo: Contributi del 50% per investimenti nei comuni del cratere

 

Pubblicato il bando che intende sostenere la ripresa e lo sviluppo del tessuto
produttivo delle aree colpite dagli eventi sismici dell’agosto e ottobre 2016 e del
gennaio 2017 tramite la concessione di aiuti alle imprese che realizzino o abbiano
realizzato, a partire dal 24 agosto 2016, investimenti produttivi.

 

 

Descrizione

La Regione Abruzzo sostiene la ripresa e lo sviluppo del tessuto produttivo delle aree colpite dagli eventi sismici dell’agosto e ottobre 2016 e del gennaio 2017 tramite la concessione di aiuti alle imprese che realizzino o abbiano realizzato, a partire dal 24 agosto 2016, investimenti produttivi e che, al momento dell’erogazione, abbiano sede operativa nei comuni di cui agli allegati 1 e 2 al decreto-legge n. 189 del 2016 nonché, ai sensi del citato articolo 18-undecies del decreto-legge n. 8 del 2017, all’allegato 2-bis allo stesso decreto-legge.

Soggetti beneficiari

Possono presentare richiesta le imprese costituite che soddisfano i seguenti requisiti:

  1. hanno una o più unità produttive nei comuni di: Barete (AQ); Cagnano Amiterno (AQ); Campotosto (AQ); Campli (TE); Capitignano (AQ); Castel Castagna (TE); Castelli (TE); Civitella del Tronto (TE); Colledara (TE); Cortino (TE); Crognaleto (TE); Fano Adriano (TE); Farindola (PE); Isola del Gran Sasso (TE); Montereale (AQ); Montorio al Vomano (TE); Pietracamela (TE); Pizzoli (AQ); Rocca Santa Maria (TE); Teramo (TE); Torricella Sicura (TE); Tossicia (TE); Valle Castellana (TE);
  2. appartenenti alle categorie economiche di cui alle sezioni C, E, F e G della classificazione ATECO 2007;
  3. alle imprese operanti nei settori dell’agricoltura primaria, della pesca e dell’acquacoltura è destinata una quota di risorse pari al 10% dei fondi disponibili, ovvero 350.000 euro.

Tipologie e caratteristiche dell’intervento

I contributi sono concessi in conto capitale a fronte dell’effettuazione di nuovi investimenti produttivi, finalizzati alla realizzazione di nuove unità produttive o all’ampliamento di unità produttive esistenti, sulla base di una proposta di Programma di Investimento.

I programmi di investimento debbono:

  • prevedere spese ammissibili complessive comprese tra un minimo di euro 20.000,00 e un massimo di euro 1.500.000,00;
  • essere realizzati entro diciotto mesi dalla data di avvio del progetto, pena la revoca delle agevolazioni concesse, e salvo proroga che può essere concessa per un periodo non superiore a tre mesi per imprevisti sopraggiunti nella realizzazione del progetto.

Entità dell’incentivo

Alle imprese beneficiarie può essere concesso un contributo in conto capitale commisurato alle spese ammissibili nell’ambito del Programma di investimento, presentato come di seguito:

  • ai sensi del Regolamento di esenzione (Reg. UE 651/2014), con le intensità di aiuto ivi previste a seconda della dimensione di impresa e della localizzazione dell’investimento per le singole tipologie di costi ammissibili;
  • pari al 50% dei costi ritenuti ammissibili entro il limite massimo di contributo e nel rispetto delle condizioni previste dai Regolamenti de minimis.

Risorse disponibili

I fondi disponibili sono pari ad euro 3.500.000,00.

Termini di presentazione

Le domande di contributo possono essere presentate a partire dalle ore 8,00 del giorno 15 maggio 2019 e fino alle ore 12,00 del giorno 15 giugno 2019.

 

 

Contattaci compilando gratuitamente il seguente form

Entro 24 ore riceverai una risposta se hai i requisiti per accedere al bando e le modifiche da apportare al progetto per ottimizzare l’ammissione al contributo

Seleziona una regione:

Seleziona una provincia:

Seleziona un comune:

Cliccando la checkbox accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

I tuoi dati saranno trattati nel rispetto della legge sulla privacy n.196/2003.

Pubblicato da:

Relativi Posts